Guida Semplice - Ricevi gli ultimi aggiornamenti in tecnologia, alimentazione, salute e altro ancora

come rinfrescare il lievito madre

rinfrescare il lievito madre ||- In primo luogo, devi creare o ricevere un antipasto. Una volta creato uno, è necessario mantenerlo e mantenere e rinfrescare un antipasto bianco significa comprenderlo. Quindi, uno degli aspetti più confusi del lievito naturale è il mantenimento e l’alimentazione di un antipasto. Spesso il regime alimentare è complicato e contorto. Quindi, iniziamo con la prima cosa. Non tutte le farine impiegano lo stesso tempo per raggiungere il loro apice. Spesso questa è una delle cose fondamentali che rende la vita complicata.

Per nutrire un antipasto rigido.

Strappare un po ‘di antipasto, metterlo in una piccola ciotola e lasciarlo riposare a temperatura ambiente per almeno un’ora prima di nutrirlo. La quantità di antipasto che dai da mangiare dipende dalla quantità di pane che prepari di solito, ma questa è la formula di base: a uno scarso antipasto da 1/4 di tazza (1,75 once / 49 grammi), aggiungi 1/3 di tazza (1,75 once / 49 grammi) farina e 1 cucchiaio più 2 cucchiaini da tè (1 oncia scarsa / 25 grammi) di acqua. Mescola con una spatola fino a renderla abbastanza rigida da finire di impastare a mano. Dovrebbe essere molto rigido e non aderire alle dita, poiché l’acidità nell’antipasto lo ammorbidirà mentre si trova in frigorifero. Se necessario aggiungere qualche goccia d’acqua o un po ‘di farina. Trasferisci lo starter in una ciotola grande leggermente unta d’olio (o in un contenitore ermetico), copri ermeticamente con pellicola trasparente e lascialo riposare a temperatura ambiente per 30 minuti o 2 ore a seconda di quando prevedi di cuocere il pane (vedi i dettagli sotto). Durante questo periodo lo starter fermenterà e si espanderà.

Similar

come usare la curcuma

Quanto lasci espandere il tuo antipasto dipende da quando prevedi di iniziare ad espanderlo per fare il pane, tenendo presente che un antipasto deve essere alimentato per espandersi 1 giorno prima della cottura. Se si prevede di iniziare a somministrare lo starter rigido attivo per espanderlo e fare il pane in 1 o 2 giorni, lasciarlo aumentare di dimensione di 1 1/2 volte (circa 2 ore) prima di refrigerarlo; per fare il pane in 3 – 5 giorni, fate aumentare le dimensioni di 1 1/4 volte (circa 1 ora) prima di metterlo in frigorifero; per cuocere in 6-7 giorni, lasciarlo aumentare leggermente (circa 30 minuti) prima di metterlo in frigorifero.

Per alimentare uno starter liquido.

Per prima cosa, versare e scartare circa metà dello starter. Lasciate riposare il restante antipasto a temperatura ambiente per 1 ora prima di mescolare in ugual misura farina e acqua (in volume 1 parte di acqua e 1 1/2 parti di farina) fino a che liscio. Trasferisci lo starter in una ciotola grande leggermente unta d’olio (o in un contenitore ermetico), copri ermeticamente con pellicola trasparente e lascia riposare a temperatura ambiente per 1-5 ore a seconda di quando prevedi di cuocere il pane (vedi i dettagli di seguito). Durante questo periodo lo starter fermenterà e si espanderà.

Come con un antipasto rigido, quanto lasci espandere il tuo antipasto liquido alimentato dipende da quando prevedi di iniziare ad espanderlo per fare il pane: un antipasto deve essere alimentato per espandersi un giorno prima della cottura. Se prevedi di iniziare a somministrare lo starter liquido attivo per espanderlo per fare il pane in 1 o 2 giorni, lascialo aumentare di dimensioni di 1 1/2 volte (circa 3 ore) prima di refrigerarlo. Se prevedi di iniziare ad espandere l’antipasto per fare il pane in 3 o 5 giorni, lascialo aumentare di dimensioni di 1 1/4 volte (circa 1 ora) prima di metterlo in frigorifero. E, se prevedi di iniziare ad espandere l’antipasto per fare il pane in 6-7 giorni, lascialo aumentare leggermente (circa 30 minuti) prima di refrigerarlo.

Un starter liquido può essere conservato per circa 7 giorni senza alimentarlo. Se vuoi tenere lo starter per più di una settimana senza dargli da mangiare, è meglio convertirlo in un antipasto rigido. Se conservi in ​​frigorifero un antipasto rigido subito dopo averlo nutrito, andrà bene per 2 settimane. In alternativa, se metti lo starter in un contenitore ermetico pieno di farina, poi lo ricopri con altra farina in modo che sia completamente interrato, poi coprilo e mettilo in frigorifero, uno starter rigido può durare fino a un mese senza essere nutrito.

Leave a comment