in

come conservare le castagne – I modi migliori per conservare più a lungo

Con le castagne possiamo davvero sentire la stagione autunnale, con i suoi meravigliosi colori. Come i cachi e le zucche, ottimi frutti e verdure dell’autunno, anche le castagne sono perfette per rendere piacevole una giornata fredda. Arrosto o bollito, le castagne possono diventare l’ingrediente principale di zuppe calde e biscotti tradizionali. Un prodotto versatile, tradizionale e gustoso che può essere utilizzato dall’antipasto al dolce.

 

Come conservare le castagne

1. Come conservare le castagne nella sabbia.

Le castagne possono essere conservate sotto la sabbia, proprio come le carote. Proprio così: alternando le castagne tra strati di sabbia fine secca all’interno di un contenitore di legno e lasciate in un luogo fresco e asciutto significa che dureranno alcuni mesi.

 

2. Come conservare le castagne in frigorifero.

Le castagne fresche lasciate nel guscio si conservano bene in frigorifero, dove possono essere conservate facilmente fino a un mese, quando il frigo è impostato ad una temperatura costante di 2 ° C o 3 ° C.

3. Come conservare le castagne nel congelatore.

Dopo aver pulito, lavato e asciugato accuratamente le castagne fresche, possono essere conservate anche in freezer in sacchetti per alimenti fino a sei mesi. Si conservano ancora meglio se confezionati sottovuoto.

4. Come conservare le castagne bollite.

In alternativa, le castagne possono essere conservate dopo l’ebollizione. Dopo aver lessato le castagne sgusciate per una quarantina di minuti, lasciarle raffreddare e riporre in freezer nei sacchetti per alimenti.

5. Come conservare le castagne arrostite.

Se avete delle castagne rimaste da arrostire sul fuoco o nel forno, fatele raffreddare e conservatele nel loro guscio in frigo per qualche giorno, o molto più a lungo se in freezer (il confezionamento sottovuoto aiuta ancora una volta).

6. Come conservare le castagne disidratate.

Imposta un disidratatore a 100 gradi Fahrenheit e asciuga le castagne sgusciate per un paio di giorni o le castagne sgusciate per tre giorni. Le castagne secche possono essere conservate fino a due mesi e semplicemente messe a bagno in acqua per una notte prima di utilizzarle nelle vostre ricette preferite.

7. Come conservare le castagne sotto spirito.

La conservazione delle castagne sotto spirito è un metodo di conservazione efficace ma soprattutto un modo goloso per gustare una doppia dose di sapore di castagna a fine pasto.

 

Proprietà, benefici e valori nutrizionali delle castagne.

La castagna, il cui nome scientifico è “Castanea vulgaris”, è il frutto del castagno, pianta diventata molto conosciuta in Europa grazie ai suoi tronchi – utilizzati per la produzione di legname – e ai suoi frutti, che in passato rappresentavano un’importante fonte di cibo per gli abitanti locali, ma anche per quelli vissuti in montagna. Il ruolo economico legato alla coltivazione del castagno è stato ridotto in modo significativo. La produzione di farina di castagne, utilizzata principalmente nell’industria dolciaria, è diventata marginale. Tuttavia, la castagna è un frutto che può essere utilizzato fresco, essiccato o tritato: è molto importante nella storia e nella tradizione alimentare delle popolazioni europee, che hanno definito la castagna come il “cereale che cresce sugli alberi”, perché ha gli stessi valori nutrizionali di riso e grano. I benefici delle castagne sono vari.

Iniziamo semplice: non aver paura dell’assunzione calorica di castagne, se sei a dieta, considera la possibilità di mangiarne meno, senza esagerare. Anche se non sono raccomandati per le diete – perché molte persone credono che le castagne siano ingrassate, nessuno dovrebbe privarsi delle castagne in autunno, specialmente quando sono appena state cotte e esogliere il loro profumo lungo le strade durante i primi giorni freddi. Le castagne sono molto gustose e ricche di proprietà nutrizionali e vitamina C. Sono una fonte di energia per il corpo e sono utili soprattutto in autunno con la stagione che cambia e il sistema immunitario diminuisce. Le calorie delle castagne sono varie e dipendono dal modo in cui vengono cotte: 100gr di castagne crude forniscono 100kcal; castagne bollite forniscono 120kcal. 100gr di castagne tosate hanno un apporto energetico più elevato con 190kcal, mentre essiccate forniscono 300kcal.

Consideriamo che una castagna pesa da 26-27gr a 30gr, a seconda della forma e delle dimensioni.

Le castagne hanno molti benefici e valori nutrizionali: questo raccolto di stagione fredda è ricco di elementi dietetici, fosforo, acqua, carboidrati (84%), proteine (7%) grassi (9%), e anche nelle fibre alimentari, fondamentali per migliorare le attività intestinali. Hanno un alto valore energetico, grazie alla fornitura di elementi dietetici, che sono preziosi e utili per la nostra salute e garantiscono al nostro corpo una buona idratazione fornendo al contempo l’energia di cui il nostro corpo ha bisogno.

 

Le castagne hanno effetti collaterali?

Le castagne sono un’ottima fonte di ferro e acido folico. Per questo motivo, sono raccomandati durante la gravidanza o in caso di anemia, ma anche per aiutare ad abbassare il colesterolo cattivo. Infatti, la castagna è un alimento vegetale e per questo motivo potrebbe essere messo in una dieta ipercolesterolemia. Le castagne sono senza glutine e sono uno spuntino autunnale perfetto destinato all’uso in pazienti sensibili al glutine, allergia al grano e celiachia. Per coloro che soffrono di diabete, non dovrebbero mangiarli a causa del loro alto contenuto calorico.

Ci sono molti modi per cucinare e mangiare castagne, come vedremo di seguito. Molte persone chiedono se le castagne crude sono adatte a mangiare. Naturalmente,! Ma assicurati di mangiarli senza conchiglie e senza esagerare. Le castagne crude potrebbero essere pesanti e difficili da digerire. Per questo motivo, è meglio cucinarli tradizionalmente o prepararli con altre ricette.

 

Le castagne sono prive di glutine?

Come abbiamo detto prima, le castagne sono prive di glutine e sono un ottimo alleato per combattere la stanchezza durante l’autunno. I pazienti celiaci possono mangiare le castagne senza preoccupazioni e inserirle nella loro dieta priva di glutine.

 

Varietà di castagne.

Esistono molte varietà di castagne. A seconda del clima e dei luoghi in cui vengono coltivati, ogni terreno offre una diversa tipologia di castagne e per questo, in Italia, molte varietà hanno ottenuto le IGP (Indicazioni Geografiche Protette) e DOP (Denominazione di Origine Protetta). Di seguito una lista delle migliori castagne italiane:

io. Castagne del Monte Amiata (IGP).

ii. Castagne di Montella (IGP).

iii. Castagne di Cuneo (IGP).

iv. Castagne di Vallerano (DOP).

Questa guida dovrebbe aiutarti a saperne di più sulle castagne e anche su come conservarle più a lungo.

 

Leave a Reply

come vedono i cani – Cani occhi, vista, daltonici, più dettagli

come far crescere i capelli – 19 migliori consigli e trucchi